feature image - https://images.unsplash.com/photo-1643749290194-e12f495a6a28?ixlib=rb-1.2.1&ixid=MnwxMjA3fDB8MHxwaG90by1wYWdlfHx8fGVufDB8fHx8&auto=format&fit=crop&w=687&q=80

Il teorema di Jacopini-Bohm

Il Teorema di Böhm-Jacopini descrive le strutture necessarie ad implementare un algoritmo ed in particolare ci dice che ogni algoritmo è descrivibile utilizzando soltanto le strutture di

  • sequenza
  • selezione
  • iterazione

Questo teorema ha definito le caratteristiche della programmazione strutturata ed è stato utilizzato per dimostrare l’inutilità del costrutto goto. I moderni linguaggi di programmazione sono molto ricchi di istruzioni perchè tendono a fornire al programmatore un ambiente dove sviluppare sia il più possibile facile e dove i dettagli vengano gestiti dal linguaggio stesso. Ogni istruzione complessa non sarà altro che una composizione delle tre strutture elementari descritte nel teorema di Böhm-Jacopini.

Andrea Pollini

Matematico, informatico.